Tag

, , , ,

E’ tutto il giorno che annuso Ladyboy (???) e non riesco a capire se mi piace o no. Si tratta di uno stranissimo mix di banana, camomilla, labdano, muschio di quercia, violetta e alghe. L’avevo provato un anno fa, spruzzandolo su una cartina e l’avevo giudicato “puzza di banana spiaccicata sull’asfalto rovente”, con la relativa valutazione di 0 stelline (reato di fragranza). Dato che l’altro giorno mi è arrivato un set di campioncini da Gorilla Perfume, il nuovo marchio di profumi creato da Lush, li sto provando un per uno sulla pelle.  Stamattina presto Ladyboy sapeva solo di banana, che poi si è dissolta per lasciare il posto alla puzza di catrame. Ma ora, dopo più di cinque ore, ho sul polso un delizioso aroma unisex di muschio di quercia e labdano, con un particolare sottofondo marino, probabilmente dovuto, per una volta, alle alghe naturali e non all’odiato calone, quella roba chimica che di solito mettono nei profumi “oceanici” .

Vuoi vedere che mi piace? Oddio, non tantissimo, ma dopo qualche ora diventa veramente gradevole, diciamo da due stelline.

In ogni caso, se mi capita di nuovo di intervistare Mark Constantine, l’ideatore dei questa fragranza, gli chiederò: “Visto che la banana svanisce subito, perché ce l’avete messa?” e gli suggerirei di usare, per eventuali spot pubblicitari, questo video:

Tutta la faccenda mi ha fatto ripensare all’incidente occorso a un mio amico, in vacanza in Thailandia, che si era messo in testa di fare il latin lover. Non essendo molto ferrato in inglese, non ha capito cosa intendesse dire la “bellissima ragazza” che aveva rimorchiato con “I’m a ladyboy”. Del resto, i ladyboy thailandesi (foto in basso) sono in grado di indurre in errore praticamente chiunque. Il mio amico se n’è reso conto troppo tardi, quando è saltata fuori la “banana”. E ha deciso di provare comunque l’esperienza, che si è rivelata molto interessante e foriera di nuovi orizzonti.

Non credo che seguirò il suo esempio, ampliando il mio mondo olfattivo con Ladyboy. Molto spesso metto il profumo appena prima di uscire e non vorrei che sull’autobus 54, gremito di gente, qualcuno esclamasse: “C’è puzza di banana!”. In ogni caso, in Italia questa particolarissima fragranza arriverà solo tra qualche mese, nei negozi Lush. Nel frattempo, chi ha voglia di esperienze olfattive particolari, può ordinarlo dal sito di Gorilla Perfumes.

Annunci