Tag

, , ,

Questo post inaugura una nuova categoria: i derby, cioè confronti diretti tra due fragranze con qualcosa in comune, per esempio l’ispirazione o il destinatario. Il primo derby è un po’ particolare: due profumi troppo simili, oltretutto creati dallo stesso profumiere: Francis Kurkdjian.
La prima volta che ho annusato Elie Saab (**) ho pensato “ottimo!” Al secondo sniffo mi è sorto un dubbio: “Io questo l’ho già sentito.” Di recente l’ho chiarito: somiglia mostruosamente a For Her (****) di Narciso Rodriguez. Solo che For Her è un capolavoro: femminile nel senso migliore del termine, con un’esplosione di fiori bianchi e solare. Un abito da sposa in bottiglia. Ma una sposa moderna, pronta a rimettersi i jeans o il tailleur e a tornare a far carriera, appena finita la luna di miele. Infatti For Her è sensuale e romantico, ma non languido come i grandi classici della femminilità olfattiva, alla Chanel n°5. Sa di donna, ma a tutto tondo: capace di sedurre ma anche di farsi valere sul lavoro. Infatti si può portare tranquillamente in ogni situazione: ha un fascino delicato, non invadente.
Non so cosa ci sia dentro, perché in Internet ho trovato piramidi olfattive diverse. Alcune parlano di “muschio solare”, che non si capisce bene cosa sia, visto che il “muschio”, viene secreto da alcuni animali laddove il sole, per definizione, non luce. Probabilmente il “muschio solare”, come il più noto “muschio bianco” è uno dei tanti, spesso ottimi, surrogati sintetici del muschio naturale, ormai sempre più raro e costosissimo.
In ogni caso, la sensazione di luminosità, comunque sia stata creata, è ben presente in tutte e due le fragranze. Solo che in Narciso Rodriguez permane inalterata per ore, mentre in Elie Saab dopo un po’ lascia il posto a qualcosa di un po’ dolciastro e pungente. Mi sembra la sorella più bruttina, che per giunta, dopo un po’ si rivela pure antipatica.
Nella profumeria commerciale è un classico: se un profumo ha successo, esce subito una miriade di cloni. Ma perché fare un profumo che c’è già? Elie Saab presenterebbe mai una collezione di abiti uguale a quella di Narciso Rodriguez della stagione precendente? Ah certo, si può contare sul fatto che se ne accorgano in pochi. Purtroppo, la gente è più abituata a usare gli occhi, che il naso.

Annunci