Tag

, , , , , ,

“Ho deciso di fare un profumo con un’essenza che non mi è mai piaciuta, la lavanda” spiega Pierre Guillaume, acclamato profumiere indipendente creatore della linea Parfumerie Generale “e l’ho chiamato Djhenné (0). Il nome è di una città del Mali, ai bordi del deserto, che non ho mai visto e non intendo vedere, perché dev’essere un posto abbastanza brutto”.

Con queste premesse, Guillume ha deciso di interpretare la lavanda al contrario: visto che è associata al pulito, ha fatto una lavanda “sporca”. Per questo ha usato la lavanda di Barrême, una coltivazione molto particolare che ha un odore più caldo della normale lavanda (che pure è presente nella composizione) e l’ha associata a cuoio e altre sostanze fumose e polverose. L’intenzione, era di creare un profumo surreale, come un’oasi di lavanda in mezzo al deserto.

Questa l’ho fatta io con Gimp, per illustrare Djhenne. è un campo provenzale, incollato sul deserto del Neghev, il più brutto tra quelli che ho visto e probabilmente, dell’intero pianeta. Essendo io molto scarsa dal punto di vista grafico, rende perfettamente l’idea.

Il risultato, all’inizio è piacevole, una lavanda ambrata, avvolgente, ma poi, come tutti i profumi di Parfumerie Generale, evolve moltissimo sulla pelle. Alcuni, come Cuir Venenum (****), vanno di bene in meglio. Ecco, Djhenné no. Dopo qualche ora diventa uno strano miscuglio di polvere e benzina. E’ come quando, d’estate, esci dalla metropolitana in Cadorna, oppressa dall’umanità compressa, dal lato di via San Nicolao, e hai un momento di gioia, perché ti ritrovi accanto alla più bella aiuola di lavanda della città. Ti fermi un po’a contemplarla con il naso, poi ti ricordi che non sei in vacanza, e ti ritrovi in mezzo al traffico e all’asfalto rovente.

Cercando una foto della lavanda urbana, ho scoperto  il bellissimo blog di foto milanesi A cat in the cupboard. L’immagine (bassamente rubata con il tasto destro, spero che l’autrice non si arrabbi), è questa:

Presa da: catinthecupboard.wordpress.com

P:s. Djhenné si pronuncia più o meno Genè. Se Pierre non me l’avesse detto, non ci sarei mai arrivata.

Annunci